Informazioni e fogli di lavoro sulla sovranità artica

Sovranità artica è indicato come il consolidamento del controllo politico sulle lontane regioni settentrionali da parte delle capitali meridionali degli stati circumpolari e tendeva a concentrarsi sulle controversie sui confini marittimi, sulle minacce straniere percepite al territorio e sul controllo delle risorse naturali.

Vedere il file dei fatti di seguito per ulteriori informazioni sulla sovranità artica o, in alternativa, è possibile scaricare il nostro pacchetto di fogli di lavoro Arctic Sovereignty di 26 pagine da utilizzare in classe o in casa.



Fatti e informazioni chiave

RECLAMI TERRITORIALI

  • L'Artico è la regione più settentrionale del Terra , centrato su Polo Nord con condizioni polari di clima, vita vegetale e animale e altre caratteristiche distinte.
  • È costituito da terra, acque interne, mari territoriali, zone economiche esclusive e acque internazionali al di sopra del Circolo Polare Artico.
  • I territori dell'Artico sono sotto la giurisdizione di uno degli otto stati costieri artici: Canada, Danimarca , Finlandia, Islanda , Norvegia, Russia , Svezia e Stati Uniti.
  • Nel 1925, Canada divenne il primo paese ad estendere i suoi confini marittimi verso nord fino al Polo Nord.
  • L'anno successivo, l'URSS dichiarò il proprio territorio artico da ovest di Murmansk al Polo Nord e dalla penisola di Chukchi orientale al Polo Nord.


  • Norvegia e il stati Uniti (attraverso l'Alaska) ha fatto affermazioni di settore simili, ma poiché i territori rivendicati contenevano solo poche isole, non è stato premuto.
  • Dopo che la sovranità della Danimarca sulla Groenlandia è stata riconosciuta, ha anche presentato la sua richiesta in un settore artico.
  • Fino al 1999, il Polo Nord e la maggior parte dei oceano Artico era stato generalmente considerato uno spazio internazionale, nel senso che non era soggetto all'appropriazione nazionale per rivendicazione di sovranità.


  • Tuttavia, la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (UNCLOS) prevedeva un'elaborazione di 10 anni, spingendo così diversi paesi a presentare reclami oa rafforzare rivendicazioni preesistenti per parti relative alle loro leggi territoriali.
  • Se ritenuto valido, i reclami sulle piattaforme continentali estese conferivano allo Stato richiedente diritti esclusivi sul fondo del mare e sulle risorse al di sotto del fondo, ma non estendevano la Zona Economica Esclusiva (ZEE) dello Stato.
  • Il valore potenziale del Polo Nord e dell'area circostante risiede nella possibilità che le riserve di petrolio e gas naturale esistano al di sotto del fondo marino: ecco perché molti paesi continuano a rivendicare la sovranità artica.


  • Alcune aree ancora contese includono l'isola di Hans (Canada contro Danimarca), il Mare di Beaufort (Canada contro Stati Uniti), il passaggio a nord-ovest (Canada contro rettilineo internazionale per tutte le navi straniere) e il passaggio a nordest (Russia).

Sovranità artica canadese

  • Il governo canadese aveva a lungo sostenuto che la presenza di Inuit e di altri popoli indigeni nei territori artici del Canada ha contribuito a stabilire il titolo storico del Canada su quelle terre.
  • La rivendicazione del Canada al suo nord si basava sulla proprietà della Hudson Bay Company (HBC) degli attuali Territori del Nordovest e del Nunavut a sud della costa artica nel 1821.
  • Quando la società trasferì il suo titolo di terra in Canada nel 1870, quest'ultimo acquisì la sovranità su tutti gli attuali Territori del Nordovest e Nunavut ad eccezione delle isole artiche.
  • Nel 1880, il governo canadese sponsorizzò viaggi nell'Artico orientale per stabilire la proprietà a sostegno delle sue rivendicazioni territoriali.


  • Ben presto, la spedizione artica canadese (1913-1918), tra cui molti popoli Iñupiat, Inuvialuit e Inuinnait, affermò la sovranità del Canada nell'arcipelago artico e rifece la mappa dei territori dell'estremo nord.
  • Nel 1903, il governo canadese istituì un posto di polizia a cavallo nordoccidentale (NWMP) a Herschel Island.
  • 19 anni dopo, furono istituiti posti RCMP a Craig Harbour all'estremità sud ea Pond Inlet sull'isola di Baffin.
  • Un altro distaccamento è stato posto a Pangnirtung e Dundas Harbour sull'isola di Devon.


  • Nel 1926, il distaccamento della penisola di Bache fu stabilito sulla costa orientale dell'isola di Ellesmere. Per stabilire la prova della sovranità, l'RCMP gestiva un ufficio postale (la consegna della posta avveniva una volta all'anno).
  • Sull'isola di Baffin, l'RCMP ha visitato ogni anno ogni campo Inuit, ha effettuato il censimento, ha spiegato le leggi canadesi e ha riferito a Ottawa per dimostrare la sovranità.
  • Nelle aree più remote, i Rangers canadesi costituiti da popolazioni indigene locali hanno fornito una presenza paramilitare dal 1947. Nei decenni successivi, i Rangers sono stati sviluppati come sotto-componente della Canadian Army Reserve.
  • Per ulteriori affermazioni canadesi, l'RCMP ha trasferito 92 Inuit da Inukjuak e Mittimatalik per stabilirsi in due località sulle isole dell'Alto Artico: Resolute Bay e Grise Fiord tra il 1953 e il 1955.
  • Tuttavia, il loro insediamento ha incontrato grandi difficoltà a causa del clima estremo e della lontananza del luogo.

Sfide per rafforzare la sovranità artica

  • Sebbene la rivendicazione del Canada sulla sua area di terra artica sia considerata sicura, ampie sezioni sono ancora disabitate e indifese, il che solleva la possibilità che possa ancora essere confutata da altri stati alla fine.
  • Inoltre, il Passaggio a Nord-Ovest, considerato dal governo canadese un'estensione del proprio territorio, non è universalmente riconosciuto.
  • Con la prospettiva di portare a casa il petrolio dalle scoperte artiche al largo dell'Alaska, gli Stati Uniti hanno sempre considerato il passaggio a nord-ovest come acque internazionali.
  • Ha inviato la sua petroliera Manhattan (1969) e la nave della guardia costiera degli Stati Uniti Polar Sea (1985) nell'Artico.
  • Anche il Canada e la Danimarca hanno discusso sulla minuscola e disabitata isola di Hans. In una pacifica disputa, le truppe canadesi visiteranno l'isola per innalzare la bandiera canadese e lasciare una bottiglia di whisky per i danesi, che a loro volta visitano, alzano la loro bandiera e lasciano una bottiglia di acquavite (akvavit).
  • Attualmente, le rivendicazioni statali devono ancora essere affermate e riconosciute a livello internazionale, soprattutto per le aree contese dell'Artico.

Fogli di lavoro sulla sovranità artica

Questo è un fantastico pacchetto che include tutto ciò che devi sapere sulla sovranità artica in 26 pagine di approfondimento. Questi sono fogli di lavoro Arctic Sovereignty pronti all'uso perfetti per insegnare agli studenti la sovranità artica, che viene definita consolidamento del controllo politico sulle lontane regioni settentrionali da parte delle capitali meridionali degli stati circumpolari e tendevano a concentrarsi sulle controversie sui confini marittimi, percepite come straniere minacce al territorio e controllo sulle risorse naturali.



Elenco completo dei fogli di lavoro inclusi

  • Fatti sulla sovranità artica
  • UNCLOS
  • Il nostro territorio
  • L'Artico
  • Canada Land
  • I ricorrenti
  • Otto affermazioni
  • Prove artiche
  • La tua sentenza
  • Controversie territoriali
  • Confini territoriali

Link / cita questa pagina

Se fai riferimento a uno qualsiasi dei contenuti di questa pagina sul tuo sito web, utilizza il codice seguente per citare questa pagina come fonte originale.

Informazioni e fogli di lavoro sulla sovranità artica: https://diocese-evora.pt - KidsKonnect, 2 gennaio 2021

Il collegamento apparirà come Informazioni e fogli di lavoro sulla sovranità artica: https://diocese-evora.pt - KidsKonnect, 2 gennaio 2021

Utilizzare con qualsiasi curriculum

Questi fogli di lavoro sono stati progettati specificamente per essere utilizzati con qualsiasi curriculum internazionale. Puoi utilizzare questi fogli di lavoro così come sono o modificarli utilizzando Presentazioni Google per renderli più specifici per i tuoi livelli di abilità degli studenti e per gli standard del curriculum.