Fatti e fogli di lavoro di Michelangelo

Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni , o più comunemente conosciuto con il suo nome di battesimo Michelangelo (6 marzo 1475 - 18 febbraio 1564), nacque a Caprese, conosciuta oggi come Caprese Michelangelo, un piccolo paese situato in Valtiberina, vicino ad Arezzo, Toscana, Italia.

Michelangelo è ampiamente considerato come l'artista più famoso del Rinascimento italiano . Era l'archetipo dell'artista rinascimentale; compiuto come scultore, pittore, architetto e poeta. Michelangelo ha prodotto opere iconiche in tutte le discipline durante gli 88 anni della sua vita. Molte delle opere di Michelangelo sono ancora tra le opere d'arte più riconosciute e apprezzate mai create.



Vedere il file dei fatti di seguito per ulteriori informazioni su Michelangelo o, in alternativa, è possibile scaricare il nostro pacchetto di fogli di lavoro Michelangelo di 28 pagine da utilizzare in classe o in casa.



Fatti e informazioni chiave

Primi anni di vita e interessi

  • Per diverse generazioni, la sua famiglia era stata banchieri su piccola scala a Firenze, ma la banca fallì. Quando nacque Michelangelo, suo padre, Leonardo di Buonarroti Simoni, prestava servizio per un breve periodo come magistrato nel villaggio di Caprese. La famiglia tornò a Firenze quando Michelangelo era ancora un bambino.
  • “Se c'è del buono in me è perché sono nato nella sottile atmosfera del vostro paese di Arezzo. Insieme al latte della mia infermiera ho ricevuto l'abilità di maneggiare scalpello e martello, con cui realizzo le mie figure '. - Michelangelo
  • Sua madre, Francesca Neri, si ammalò e dopo la sua morte nel 1481 (quando aveva sei anni), Michelangelo visse con una tata e suo marito, uno scalpellatore, nel comune di Settignano, dove suo padre possedeva una cava di marmo e un piccola fattoria. Lì, ha guadagnato il suo amore per il marmo.
  • Da ragazzo Michelangelo fu mandato a Firenze per studiare grammatica sotto l'umanista Francesco da Urbino. Tuttavia, non ha mostrato alcun interesse per la sua scuola, preferendo copiare dipinti dalle chiese e cercare la compagnia di altri pittori.
  • Il padre di Michelangelo si rese presto conto che suo figlio non aveva alcun interesse nell'attività finanziaria di famiglia, così accettò di apprendistarlo, all'età di 13 anni, nella bottega dei pittori fiorentini alla moda. Lì Michelangelo fu esposto alla tecnica dell'affresco.


  • Michelangelo fu apprendista presso il pittore più importante della città, Domenico Ghirlandaio, per un mandato di tre anni, ma se ne andò dopo un anno, non avendo più nulla da imparare.
  • Dal 1489 al 1492 fu portato sotto l'ala del sovrano della città, Lorenzo de 'Medici, detto Lorenzo il Magnifico, per studiare la scultura classica nei giardini medicei.
  • Questo fu un periodo fertile per Michelangelo; i suoi anni con la famiglia gli hanno permesso di accedere all'élite sociale di Firenze - permettendogli di studiare sotto lo scultore rispettato Bertoldo di Giovanni ed esponendolo a importanti poeti, studiosi e dotti umanisti.


  • Si è esposto a molti dei grandi artisti dei secoli passati, Giotto, Masaccio, Donatello, nonché ai capolavori di antichità dell'antica Grecia e di Roma che erano conservati nella vasta collezione dei Medici.
  • Fu mentre era con i Medici che Michelangelo completò le sue prime due commissioni come scultore: rilievi in ​​marmo, Madonna delle scale e Battaglia dei centauri.
  • La morte di Lorenzo de 'Medici l'8 aprile 1492 ha portato un capovolgimento delle circostanze di Michelangelo. Tornò a casa di suo padre e ottenne un permesso speciale dalla Chiesa cattolica per studiare i cadaveri per approfondimenti sull'anatomia.


  • I Medici furono rovesciati nel 1494 e, anche prima della fine dei disordini politici, Michelangelo se ne era andato.
  • A Bologna, Michelangelo ha continuato la sua opera di scultore. Fu assunto per succedere a uno scultore recentemente scomparso e scolpire le ultime piccole figure necessarie per completare un grande progetto, la tomba e il santuario di San Domenico (1494–1495).
  • Nel 1496 scolpì L'Amore dormiente, che invecchiò artificialmente per farlo sembrare un antico su consiglio di Lorenzo di Pierfrancesco. Il cardinale Raffaele Riario, che ha acquistato il pezzo, ha scoperto l'inganno ma è rimasto così colpito dalla qualità della scultura che ha invitato l'artista a Roma.
  • Michelangelo arrivò a Roma nel 1496 quando aveva 21 anni. Iniziò a lavorare su una commissione per il cardinale Raffaele Riario, una statua più grande della vita del dio romano del vino, Bacco.
  • Nel novembre 1497, mentre Michelangelo era a Roma, scolpì la Pietà, ora a San Pietro in Vaticano, raffigurante la Vergine Maria che piange sul corpo di Gesù.


  • Michelangelo aveva 24 anni al momento del suo completamento. Fu presto considerato come uno dei più grandi capolavori della scultura al mondo, citato come 'Una rivelazione di tutte le potenzialità e la forza dell'arte della scultura'.
  • La Pietà è stata scolpita da un unico pezzo di marmo di Carrara, la fluidità del tessuto, le posizioni dei soggetti e il realismo della pelle della Pietà - che significa 'pietà' o 'compassione' - hanno creato stupore per i suoi primi spettatori.
  • La Pietà è l'unica opera firmata da Michelangelo: la leggenda vuole che abbia sentito i pellegrini attribuire l'opera a un altro scultore, così ha intagliato audacemente la sua firma nella fascia sul petto di Maria.
  • Oggi, la Pietà rimane un'opera incredibilmente venerata.


  • Michelangelo tornò a Firenze nel 1499. Completò la sua scultura più famosa, il David, nel 1504. Il David, raffigurato nel momento in cui decide di combattere Golia, era un simbolo della libertà fiorentina.
  • La forza dei nervi della statua, la vulnerabilità della sua nudità, l'umanità di espressione e il coraggio generale hanno reso il David un prezioso rappresentante della città di Firenze.
  • Si dice che sia un capolavoro di linea e forma. Fu istituito un comitato, composto da Leonardo da Vinci e Sandro Botticelli, che ne decise la collocazione davanti a Palazzo Vecchio.
  • Con il completamento del David arrivò un'altra commissione di Agnolo Doni per dipingere una 'Sacra Famiglia' come regalo per sua moglie, Maddalena Strozzi. È noto come Doni Tondo.

I dipinti di Michelangelo

  • Nel 1505 Michelangelo fu invitato di nuovo a Roma per lavorare a una tomba per papa Giulio II. Sotto il patrocinio del papa, Michelangelo subì continue interruzioni dei suoi lavori sulla tomba per svolgere numerosi altri compiti.
  • Papa Giulio II chiese a Michelangelo di passare dalla scultura alla pittura per decorare il soffitto della Cappella Sistina, che impiegò circa quattro anni per essere completata (1508-1512).
  • Il progetto ha alimentato l'immaginazione di Michelangelo e il piano originale per i 12 apostoli si è trasformato in più di 300 figure sul soffitto dello spazio sacro.
  • Le scene raffigurate sono tratte dal Libro della Genesi, la più famosa delle quali è La Creazione di Adamo. Le mani tese di Dio e Adamo sono un'immagine iconica, forse il dettaglio più conosciuto e imitato di qualsiasi pezzo rinascimentale.
  • Non appena il soffitto fu terminato, Michelangelo tornò al suo compito preferito, la tomba di papa Giulio. Dal 1513-15 circa, ha scolpito la statua di Mosè, che è la caratteristica più sorprendente della tomba del papa. Sorprendentemente, però, è un'opera che non è mai stata completata con soddisfazione di Michelangelo.
  • Papa Clemente VII commissionò a Michelangelo un affresco del Giudizio Universale sulla parete dell'altare della Cappella Sistina.
  • Il suo successore, Paolo III, fu determinante nel vedere che Michelangelo portò a termine il progetto, al quale lavorò dal 1534 all'ottobre 1541. L'affresco raffigura la seconda venuta di Cristo e il suo giudizio sulle anime.
  • Sebbene Michelangelo abbia continuato a scolpire e dipingere per tutta la vita, ha rivolto la sua attenzione all'architettura.
  • Michelangelo progettò anche le Cappelle Medicee e la Biblioteca Medicea Laurenziana - situate di fronte alla Basilica di San Lorenzo a Firenze - per ospitare la collezione di libri dei Medici. Questi edifici sono considerati un punto di svolta nella storia dell'architettura. Ma il massimo splendore di Michelangelo in questo campo arrivò quando fu nominato capo architetto della Basilica di San Pietro nel 1546.
  • Michelangelo morì il 18 febbraio 1564 - poche settimane prima del suo 89 ° compleanno - nella sua casa di Macel de 'Corvi, Roma, a seguito di una breve malattia, ma fu sepolto presso la Basilica di Santa Croce.
  • Michelangelo è stato il primo artista occidentale la cui biografia è stata pubblicata mentre era in vita. In effetti, durante la sua vita sono state pubblicate due biografie. Uno di loro, di Giorgio Vasari, ha proposto che il lavoro di Michelangelo trascendesse quello di qualsiasi artista vivo o morto ed era 'supremo non solo in un'arte ma in tutte e tre'.
  • Michelangelo non fu del tutto soddisfatto e fece in modo che il suo assistente Ascanio Condivi scrivesse un breve libro separato (1553).

Fogli di lavoro Michelangelo

Questo è un fantastico pacchetto che include tutto ciò che devi sapere su Michelangelo in 28 pagine di approfondimento. Questi sono fogli di lavoro Michelangelo pronti all'uso perfetti per insegnare agli studenti il ​​Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni, o più comunemente noto con il suo nome Michelangelo (6 marzo 1475 - 18 febbraio 1564), nato a Caprese, oggi Caprese Michelangelo, un piccolo paese situato in Valtiberina, vicino ad Arezzo, Toscana, Italia.

Michelangelo è ampiamente considerato come l'artista più famoso del Rinascimento italiano. Era l'archetipo dell'artista rinascimentale; compiuto come scultore, pittore, architetto e poeta. Michelangelo ha prodotto opere iconiche in tutte le discipline durante gli 88 anni della sua vita. Molte delle opere di Michelangelo sono ancora tra le opere d'arte più riconosciute e apprezzate mai create.

Elenco completo dei fogli di lavoro inclusi

  • Fatti di Michelangelo
  • Storia della mia vita!
  • Una risposta
  • Vedere nella pietra
  • Dipingi la Pietà
  • L'eredità
  • Guarda il soffitto
  • I grandi artisti
  • Collegalo!
  • Ricerca di parole
  • Artsy!

Collega / cita questa pagina

Se fai riferimento a qualsiasi contenuto di questa pagina sul tuo sito web, utilizza il codice seguente per citare questa pagina come fonte originale.

Fatti e fogli di lavoro di Michelangelo: https://diocese-evora.pt - KidsKonnect, 6 giugno 2018

Il collegamento apparirà come Fatti e fogli di lavoro di Michelangelo: https://diocese-evora.pt - KidsKonnect, 6 giugno 2018

Utilizzare con qualsiasi curriculum

Questi fogli di lavoro sono stati progettati specificamente per essere utilizzati con qualsiasi curriculum internazionale. Puoi utilizzare questi fogli di lavoro così come sono o modificarli utilizzando Presentazioni Google per renderli più specifici per i tuoi livelli di abilità degli studenti e per gli standard del curriculum.